RESOCONTO CCS MEDICINA E CHIRURGIA – 05.02.2021

Vivere Medicina rende noto il Resoconto del Consiglio di Corso di Studi in Medicina e Chirurgia tenutosi oggi 5 Febbraio sulla piattaforma Microsoft Teams.

1) COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE

Confermate le numerosità ai concorsi di ammissione per il CLMCU in Medicina e Chirurgia dell’Anno Accademico precedente, nello specifico fabbisogno regionale per quanto riguarda medicina (numerosità ai concorsi di ammissione), con 420 nuovi posto (417+3, quest’ultimi ove dovessero rimanere non coperti, verranno inseriti dopo scorrimento di graduatoria).

Nuova proposta di numerosità per Medicina e Chirurgia ad indirizzo tecnologico; sono stati richiesti 60 posti. Si tratta di un CdS in Medicina e Chirurgia di 360 crediti totali, cui vengono aggiunte discipline del sapere di area ingegneristica, in parte integrati nel percorso, in parte (40 crediti, quindi il percorso opzionale è di 400 crediti) può essere svolto durante l’anno per i 6 anni e alla fine, se avrà ottenuto la laurea in Medicina, iscrivendosi per diritto in Ingegneria biomedica, potrà laurearsi sostenendo un elaborato finale.  Sono state superate tutte le fasi istruttorie.

Intervento del professore Ciaccio in merito al nuovo percorso. In seguito ad un incontro tra i Rettori degli Atenei di Catania, Messina, Palermo ed Enna, in cui sono stati indicati il fabbisogno e sono stati richiesti degli spostamenti richiesti dall’assessorato (che comunque stabilisce il MIUR), sono stati confermati, tranne 3 corsi di laurea, i numeri dello scorso anno; su richiesta dell’assessorato sono stati aumentati il numero di iscrivibili al primo anno infermieristica (nuovo canale a Trapani, con 80 posti, quindi da 310 a 390), in assistenza sanitaria (grossa richiesta dal territorio, adesso sono 30 da 20) e in scienze riabilitative (specialistica, da 40 a 50). Quattro Atenei partecipano e sono coinvolti dall’assessorato, che ha richiesto l’istituzione di altri 4 corsi di studio non attivati in altri atenei; è stato richiesto per l’anno 22/23 di attivare suddetti corsi.

Conferenza dei presidi, 1 febbraio-28 febbraio, accreditamento delle Scuole di specializzazione, in cui si dovranno inserire nuovamente tutti i dati. L’orientamento è quello di riconfermare lo stesso numero dei posti alle scuole di specializzazione, senza una contrazione dei posti.

2) COMUNICAZIONI DEI COMPONENTI DEL CONSIGLIO

  1. I rappresentanti degli studenti hanno richiesto la rivalutazione dello stato di studente che non riuscendo a laurearsi a marzo, per evitare l’iscrizione all’anno accademico successivo. Il Rettore ha chiesto al Ministero di posticipare il termine dell’anno accademico a giugno.
  2. Medtec, il professore Pavone interviene ringraziando, oltre a specificare il fatto che la Scuola di Medicina ha 60 nuovi posti per medicina, con grandissimo piacere. La divisione dei CFU tra medicina e ingegneria biomedica, si dovrà vedere quali materie devono essere rimosse a vantaggio delle materie ingegneristiche. Utile uno scambio di idee per studiare al meglio la fase organizzativa successiva, per capire al meglio le competenze che lo studente dovrà o meno avere.
  3. Il Professore Marrale, in merito al nuovo corso di laurea, chiede di far parte della commissione per dare un contributo alla definizione e ai dettagli del corso di laurea.3) PROPOSTE DI NOMINA DI CULTORI DELLA MATERIA

Sono pervenute molte richieste e la metodica online ha richiesto. Sireci, Guggino, Barbagallo, Caccamo, Dieli, Lomonte chiede di spostare il dottore Palumbo da un insegnamento ad un altro. Approvati all’unanimità.

Intervento del professore Craxì che segnala, che il calendario degli esami, com’è stato concepito, prevede l’effettuazione di sedute in contemporanea, che ha creato un sovraffollamento tale da determinare un blocco. Chiede una ricalendarizzazione. Il professore Gallina suggerisce, considerando ad esempio le difficoltà della commissione, la possibile soluzione è quello di mandare una comunicazione, spostandoli di concetto di 24-48 ore in funzione delle esigenze legate alla persona o agli impegni istituzionali.
4) SESSIONE DI LAUREA STRAORDINARIA A.A.2019-2020: COMUNICAZIONI E DISPOSIZIONE REGOLAMENTARI

  1. Prima che vi fosse lo spostamento al 31 maggio mandato dal Rettore, lo stesso professore chiede lo spostamento di una settimana alla terza settimana di marzo; si tratta ormai di un tirocinio abilitante, che comporta comunque 3 mesi di tirocinio. Le difficoltà di gestione sono importanti (libretti, verbalizzazione con codici nuovi da inserire manualmente), e inevitabilmente i tempi si allungano. Quindi con consegna il 14 marzo, non si può fare che verbalizzare il tirocinio il 16 marzo. Le richieste (con scadenza prorogata dal Rettore), sono 210. La laurea  potrebbe essere in presenza con 5 invitati per studente, rispettando i tempo di permanenza in aula, con le sanificazioni dovute.
  2. Il professore è stato chiamato in causa in merito alle ultime sessioni di Laurea, in cui si sono verificate delle distrazioni delle commissioni di laurea, che ha determinato delle non curanze in termini di mancato rispetto delle regolamentazioni date. Ricorda che la commissione può dare un massimo di 11 voti. Per evitare le distrazione i componenti delle commissioni devono esaminare le cartelle relative allo status dello studente. tali problematiche potrebbero riguardare il concorso di specializzazione, che porterebbero a seri danni a terzi e sollecitazione di giudizio. La commissione, in calce alla cartella, deve specificare che devono essere rispettato il regolamento.

5) PASSAGGI DI CANALE SEDE PALERMO: PROVVEDIMENTI

  1. Viene manifestata una difficoltà nell’esecuzione delle pratiche. Si richiede l’approvazione di due cambi di canale. Delibera che per l’anno accademico 21-22 e aggiuntivi, NON prevedrà più passaggi di canale a primo anno. Gli unici passaggi possibili sono quelli dai canali aggiuntivi a quelli tradizionali, dopo che sono andati fuoricorso.

6) RICONOSCIMENTO CARRIERE PREGRESSE: APPROVAZIONI E DELIBERAZIONI

Importante ritardo dovuta dalla metodica online ed al fatto che le pratiche devono passare di ufficio in ufficio. Sono stati approvati 200; per le restanti pratiche si attende un ulteriore consiglio che possa approvare il tutto. Viene citato regolamento tale per cui ogni singola materia ha un proprio anno di obsolescenza. Anche a a parità di CFU o CFU maggiori, contano obiettivi formativi, sbocchi curriculari e competenze e propedeuticità.

Il professore Fiorentino interviene in merito alle declaratorie dei settori scientifico disciplinari evocati, chiede che si possa effettuare l’approvazione mediante la visione delle schede di trasparenza, effettuando un’analisi sulla base della Cds di provenienza, formando delle tabelle di conversione.

Il professore Marrale specifica che sono già state fatte delle tabelle di conversione per CdS, da cui le convalide vengono già accettate.
7) T.O.R. ERASMUS: APPROVAZIONI

Notizie da Antonella Occhipinti, con ringraziamento a Chiara Corrado. Tor approvati; per gli altri non approvati non hanno le carte.

Per il secondo semestre, la nota rettorale del 12-14 gennaio, dice che la mobilità Erasmus è sospesa, quindi nessuno studente Incoming se non in remoto, come nessun Outgoing se non da remoto. Ci sono però ancora molti studenti qui che rimarranno per l’intero anno accademico, prima della nota. In particolare sono circa 20 ragazzi che potranno proseguire.

A nome degli studenti arriva il ringraziamento della Corrado. Viene richiesta la possibilità di un aumento del numero, in seguito ad una ”soppressione” di posti. Ancora nessuna notizia.

Interviene il professore Giarratano che ringrazia la dott.ssa Corrado, ma chiede al CCS come comportarsi, a causa dell’impossibilità di sapere chi siano e vista la mancata frequenza delle lezioni. Il professore viene indirizzato agli organi di competenza.

8) APPROVAZIONE SMA

I due ordini di serietà sono gli indicatori di internazionalizzazione, che abbiamo da quest’anno, dove comincia una certa numerosità; grava però un’errata segnalazione e il numero di crediti in moduli, che non permette loro di riconoscere come crediti. Importante anche in termini di fondo di finanziamento europeo. Notazione conclusiva che sulla base di questi punteggi non c’è un ritorno ne sufficiente ne preciso in merito al corso di laurea.

Il Prof. Plescia si occupa della SMA di Caltanissetta.  Viene reso noto che i numeri sono irrisori a causa del trasferimento degli studenti dal polo di Caltanissetta al polo di Palermo. Prendere in considerazione in rapporto studenti docenti è che è molto basso, quindi il numero dei docenti potrebbe aumentare. Aumentato il numero di CFU.   Il problema dello scarso numero dei laureati si risolverà perché sono stati bloccati in tutti i modi i passaggi, in primis a causa della delibera, in secondo luogo per approvazione delle regole del tirocinio (nessun posto a Palermo, nessun trasferimento). Dato che l’iscrizione in sovrannumero aveva creato un precedente, viene invitato a creare un bando per passaggi e trasferimenti.

9) TIROCINI CURRICULARI E TPVES: COMUNICAZIONI E PROVVEDIMENTI;

E’ stato reso noto che sarebbe possibile passare parzialmente in presenza, specie per TPVES e curriculare di sesto. Il piano vaccinale, a detta del Professore Vitale, prevedeva la vaccinazione completa a febbraio. Si sta verificando la disponibilità anche dei vari ospedali.  Vitale ha comunicato la riapertura a partire dal 2 febbraio. Possono re-iscriversi utilizzando il codice precedente o il nuovo codice. Dal 10 febbraio sarà riaperto agli studenti del penultimo anno, dal 17 febbraio, terzo e quarto anno e al primo anno delle professioni sanitarie, dal 27 febbraio tutti gli iscritti alle Cds e agli iscritti ai master. Si spera di avere completato totalmente entro marzo tutti i dipendenti, tutti gli specializzandi e tutti gli studenti. Il rettore ha informato che il personale che verrà vaccinato sarà i docenti universitari extra medicina e il personale tecnico amministrativo, in seguito la vaccinazione sarà destinata a tutti gli studenti. Si spera che, se l’accesso alle strutture sia ben definito e sia concesso con numeri adeguati, il TPVES e il sesto anno possa iniziare. Nota con manifestazione d’interesse di iniziare il tirocinio in presenza (corso per la sicurezza fatto) ed essendosi iscritti al nuovo anno accademico (che consentirà dal primo marzo la copertura). Ovviamente gli studenti dovranno sottostare alle procedure di controllo che spettano ai dipendenti. Grosso buco per il recupero del tirocinio di terzo anno.

Il professore Ciaccio parla di ritardo per le convalide delle discipline, perché gli uffici li hanno mandati al corso di laurea in ritardo. Dalla prossima settimana si pensa possa essere avviato il tirocinio di recupero terzo anno.