APPROVAZIONE “LINEE GUIDA PER LA DONAZIONE E L’ACCETTAZIONE DEI CORPI DONATI ALLA SCIENZA”

Su iniziativa del “Centro Interdipartimentale di Ricerca per la Valorizzazione dei Corpi donati alla Scienza”, nella seduta del 24/07/19 gli Organi Collegiali dell’Università degli Studi di Palermo hanno approvato le “Linee guida per la donazione e l’accettazione dei Corpi donati alla scienza”, già comunicate al Consiglio di Corso di Studi in Medicina e Chirurgia dal Professore ordinario di Anatomia Umana Francesco Cappello nella seduta del 20/06/19.

Il Professore Francesco Cappello, Direttore del CIR-COSCIENZA, descrive la donazione del Corpo come un gesto prodigo e fondamentale all’avanzare della conoscenza. Inoltre, viene sottolineato il coinvolgimento di più branche del sapere, quali quelle giuridiche e bioetiche, che hanno avviato degli studi riguardo la salma donata.

Presso l’Istituto di Anatomia Umana e Istologia del Dipartimento di Biomedicina, Neuroscienze e Diagnostica avanzata (Bi.N.D.), vi è una Sala Settoria accessibile a gruppi di studenti e specializzandi, dove sarà possibile svolgere attività didattiche sui Corpi donati.

Come dichiara il Professor Cappello: “Il Centro, fin dalla sua costituzione, si propone di stimolare la cultura della donazione a fini didattici e scientifici, nonché di sviluppare buone prassi per l’utilizzo delle salme donate. E’ utile ricordare che la donazione del Corpo e quella degli organi post-mortem sono atti distinti e non mutuamente esclusivi, tutt’altro: noi auspichiamo che – attraverso le attività divulgative del nostro Centro – possa anche crescere la “cultura della donazione” di tessuti (come il sangue) e organi in Sicilia, in quanto questa è una Regione agli ultimi posti in questa particolare graduatoria”.

Tuttavia, un Disegno di Legge già approvato dal Senato e adesso in discussione alla Camera potrebbe modificare la regolamentazione vigente, rendendo le procedure più complesse. Infatti, stando a tali modifiche, il corpo sarà donato a un centro non scelto dal donatore, non considerando che la donazione consapevole presso gli Istituti Anatomici garantisce il massimo rispetto e la massima professionalità nei confronti della salma che si impiega.
Altra condizione prevede che il corpo dovrà essere restituito entro 12 mesi. In cambio, il donatore ne otterrà la copertura delle spese per il funerale.
Il Professore Cappello si è espresso a riguardo, affermando che: “A nostro avviso, in questa maniera non è più una donazione ma un prestito oneroso, con chiari interessi economici da parte di chi donerebbe: insomma, la nuova Legge “istigherebbe” alla donazione-prestito, e non siamo sicuri che questo verrebbe fatto sempre in piena coscienza o con la piena volontà da parte del donatore, né totalmente come un gesto di altruismo e solidarietà.”

“Speriamo, quindi, – conclude il Direttore – che i nostri suggerimenti, questi e altri ancora, tutti pubblicati nel sito web del Centro – vengano recepiti dal Legislatore e che non si giunga ad approvare in Italia una Legge che autorizzi il mercimonio delle salme.”

Chi volesse avere più informazioni, può contattare il Centro attraverso il sito web, dove sono consultabili anche le attività svolte e in corso di organizzazione da parte dei ricercatori afferenti al Centro.